Compressore

Compressore

Per compressore, dando una definizione letterale del termine, si intende una macchina che, attraverso un procedimento meccanico, è in grado di innalzare la pressione di un gas.

Ciò che differenzia un compressore dalla comune pompa è il fatto che questo può lavorare solamente in presenza di fluidi per i quali valga il principio dei gas perfetti, conosciuti anche come fluidi comprimibili.

Ognuno di noi ha avuto a che fare con un compressore, per gonfiare una gomma dell’auto, per gonfiare un materassino da mare o, semplicemente, per fare un po’ di aria in una stanza utilizzando un ventilatore, e pensare che il principio su cui si basa era già stato scoperto nell’età del ferro!

Con ogni probabilità, infatti, la prima forma di compressore venne inventata durante il XII secolo a.C. e somigliava straordinariamente ad un mantice.

I tempi corsero e cambiarono, ma il mantice, oggetto di molti perfezionamenti, durò nei secoli e trovò un particolare impiego nel 1600 quando, azionato con motori a vapore, veniva impiegato per creare della ventilazioni negli stretti cunicoli delle miniere di carbone.

Esistevano anche altri tipi di compressori alternativi al mantice, ma svolgevano un ruolo marginale e, fino ad oggi, sono sempre stati oggetti di studio e di perfezionamento.

Ad oggi, invece, sul mercato possiamo trovare compressori dei tipi più svariati, atti a svolgere le funzioni più diverse e a rivelare la propria utilità in vari settori.

Per fare qualche esempio, possiamo citare i compressori d’aria che vengono azionati per mettere in funzione macchine come i martelli pneumatici, pistole a spruzzo o sabbiatrici.

Altri compressori, dotati di grande potenza, possono svolgere anche altre funzioni come il comprimere; è il caso, per esempio, dei compressori utilizzati per il manto stradale che consentono di appianare il manto stradale appena rifatto.

Il termine ‘compressore’ nel suo uso quotidiano, però, viene comunemente utilizzato per indicare quella macchina che, comprimendo l’aria (che rappresenta appunto il gas) ne aumenta la densità e ne diminuisce il volume. L’aria in uscita acquisisce quindi una grande energia potenziale ed un’elevatissima pressione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *